In forma, senza rinunce

L’avocado toast: tre ricette semplici e sfiziose

L’avocado toast: tre ricette semplici e sfiziose

L’avocado toast è una ricetta che si presta a molte varianti. Ve ne proponiamo tre: una veg, una classica ed infine una gourmet. Arriva la bella stagione e diminuisce la voglia di accendere i fornelli, ma ciò non significa smettere di inventare ricette sfiziose (e ovviamente fit) per soddisfare corpo e mente. Mettiamoci subito al lavoro!

 

Avocado toast vegano

Gli ingredienti sono soltanto quattro: gallette a piacere (avete provato il grano saraceno?), un avocado maturo, un pomodoro, 100 g di ceci (se prendete quelli in scatola, ricordate di assicurarvi che non contengano zuccheri e di sciacquarli sotto l’acqua corrente prima dell’uso, per eliminare tracce di sale).

Dopo aver tostato le gallette in padella o nel tostapane, disponetevi l’avocado precedentemente schiacciato e speziato a piacere (Zona Fit consiglia: pepe + cumino, una garanzia). A parte, preparate un’insalata di ceci e pomodoro, alla quale potrete aggiungere ciò che più vi aggrada: olive, basilico, origano, aceto balsamico, senape… Fate attenzione a non esagerare con i grassi, dato che l’ingrediente principale della ricetta è l’avocado. Aggiungete un cucchiaio di insalata su ogni galletta e buon appetito!

Consiglio bonus: il vostro avocado non è abbastanza maturo per essere facilmente reso poltiglia? No problem: invertite gli ingredienti. Preparate una mousse di ceci frullati (è sufficiente aggiungervi un cucchiaio di acqua calda e un filo d’olio), spalmatela sulle gallette e guarnite con avocado e pomodoro in insalata.

 

Avocado toast classico

Su questa variante ci limitiamo a suggerirvi, per rendere la ricetta un po’ più fit, di sostituire al salmone affumicato il pollo alla griglia, come fonte proteica. Per aromatizzare: erba cipollina o aneto sul salmone, paprika affumicata e curcuma sul pollo. Se non avete tempo di cucinare il pollo, o semplicemente avete voglia di salmone, gustatevelo senza sensi di colpa: basta non eccedere. Quello che conta è il bilancio calorico settimanale, per cui vi consigliamo di consumare cibi affettati e confezionati (dunque lavorati e salati) non più di due volte alla settimana. Un trucco? Comperarli solo ogni tanto, facendo la spesa in maniera intelligente.

 

Avocado toast gourmet

Se volete stupire i vostri ospiti, o semplicemente gratificarvi con qualcosa di particolare, provate questa versione dell’avocado toast, con pane di segale tostato, maionese di lupini e uova di quaglia (da prediligere a quelle di gallina poichè contengono un minor quantitativo di colesterolo).

Alcuni accorgimenti per rendere la ricetta perfetta:

  • assicurarsi che le uova siano fresche e cuocerle poco, al fine di mantenere il tuorlo morbido. Come fare? Disporle in un tegame con acqua fredda e calcolare, da quando l’acqua bolle, circa 40 secondi, massimo un minuto. Far raffreddare e sbucciare, facendo attenzione a non romperle.
  • per la maionese di lupini: sgusciare 100 g di lupini precotti e sciacquarli a dovere. Frullarli con acqua calda, 50 g di yogurt greco o di soia senza zuccher, un cucchiaino d’olio e spezie/semi a piacere (pepe + papavero, cumino + chia, zenzero + girasole), qualche goccia di limone, fino a che non otterrete una consistenza fluida.

A questo punto, tostate il pane o le gallette, disponetevi un velo di maionese, le fettine di avocado e un uovo di quaglia per ogni tartina, curandovi di schiacciarlo leggermente, così da permettere al tuorlo di fuoriuscire e condire il tutto. Un vero e proprio eggporn, ma gourmet.

 

Buon avocado toast a tutti! Se vi va, condividete con noi le vostre varianti 🙂



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.