In forma, senza rinunce

Crepes dolci o salate per colazione: come si preparano?

Crepes dolci o salate per colazione: come si preparano?

Ottima soluzione per accontentare tutti i palati in un colpo solo: preparare delle crepes e farcirle a piacere, con ingredienti dolci oppure salati. Più la base sarà semplice, più potremo sbizzarrirci nella farcitura. Vi propongo qui la mia ricetta infallibile per preparare delle crepes da leccarsi i baffi, senza rinunciare ai benefici di una colazione sana. Sarà facilissimo, vi bastano solo due ingredienti: farina ed acqua. Prediligete la farina di avena, se possibile: ha un potere saziante nettamente superiore! La trovate al supermercato già pronta all’uso, oppure potrete ottenerla facilmente passando nel frullatore, per pochi minuti, una manciata di fiocchi d’avena: non avete scuse, ormai anche i discount li vendono. Sono stati da me avvistati sugli scaffali di IN’s – linea BIO, € 1.29 per 100g.

Come si preparano le crepes, o crespelle che dir si voglia? Per prima cosa è fondamentale regolarsi con le dosi. Servono dai 30 ai 60 g a persona di farina, mentre l’acqua deve essere circa il doppio della farina, in ogni caso quanto basta per ottenere un composto abbastanza liquido da essere preso con il mestolo. Aggiungete l’acqua pian piano, mescolando attentamente con una frusta, così da evitare i grumi. Il gioco è fatto!

Scaldate bene una padella anti-aderente: questo passaggio è fondamentale, vi consiglio di lasciarla sul fuoco un paio di minuti. Per avere la certezza assoluta che le crepes non si attacchino, ungetela leggermente di olio (è preferibile quello di semi, che ha un punto di fumo più alto rispetto all’olio EVO) e poi asciugatelo con uno Scottex. Usate un padellino di piccole dimensioni (14-16 cm di diametro) ed otterrete un numero maggiore di crepes, senza il rischio di disperdere troppo il calore.

Via con la cottura: la prima crepe vi verrà male, è matematico. Per valutare la buona riuscita della vostra ricetta, partite dalla seconda. Trascorso circa un minuto, quando vedrete l’impasto solidificarsi ed inizieranno a seccarsi e alzarsi i bordi della vostra crepe, procedete con l’operazione più delicata: girare la crepe senza romperla. Per questo passaggio è fondamentale munirsi di una paletta (io mi trovo benissimo con un vecchio utensile in metallo rinvenuto nei meandri di qualche cassetto…). Infilatela delicatamente sotto la vostra crepe e voltatela con destrezza, affinché si cuocia anche dall’altro lato. Basterà circa la metà del tempo necessario alla cottura del primo lato.

E voilà, la vostra fonte di carboidrati è pronta. Per la farcitura, le opzioni sono davvero infinite e tutte valide, purché rispettose della solita ripartizione nutrizionale e bilanciate tra proteine e grassi: vi offro qualche spunto, caso mai abbiate poca fantasia.

Dolce o salato? Io a colazione preferisco il dolce: yogurt greco 0%, frutti di bosco e granella di mandorle; crema di albumi alla vaniglia e scaglie di fondente o cocco rapé. Avete voglia di crepes salate? Provate la combo formaggio spalmabile e bresaola, prediligendo ricotta e stracchino, i migliori dal punto di vista nutrizionale, altissime proteine e giusta quantità di grassi: senza il bisogno di utilizzare formaggi light (che costano di più!), scegliete le versioni classiche, evitando di aggiungere altre fonti di grassi. Gli stomaci più coraggiosi possono tentare la via dell’humus di ceci, ottenuto con ceci frullati e semi di sesamo: con un’unica farcitura soddisferete il vostro fabbisogno di proteine e grassi.

Le crepes fit senza latte sono un’ottima soluzione per rendere speciale la colazione della domenica, senza sprecare troppo tempo e troppa fatica; dato che sono ottime anche riscaldate (un minuto in microonde, tre minuti in padella), le scuse stanno a zero: via di crepes anche in settimana!



1 thought on “Crepes dolci o salate per colazione: come si preparano?”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.